Header new 707x180

 

prematuro allattatoAvere un bambino prematuro può essere un avvenimento preoccupante e stressante per i neo genitori.
Molte madri sentono di avere poco controllo e poca rilevanza per il benessere del loro bambino.

Imparare ad allattare un bambino prematuro può essere una esperienza faticosa e stressante.
Molte madri di neonati prematuri possono incontrare grandi sfide nella riuscita dell’ allattamento al seno.
Tuttavia, come con qualsiasi rapporto l'allattamento al seno, una volta stabilito, diventa più facile e molto gratificante per la Mamma e per la/il sua/o bambina/o.
Sapere alcune cose può contribuire a rendere più facile l'allattamento al seno, a lavorare meglio per voi e la/il vostra/o bambina/o.

Di seguito sono elencate 7 cose che è utile sapere sull'allattamento al seno dei bambini prematuri:

# 1: Il latte materno è importante! Il latte materno che si produce per il vostro bambino prematuro è diverso rispetto a quello per un bambino è nato a termine.
Esso contiene livelli elevati di proteine, DHA, magnesio e ferro, e concentrazioni più elevate di fattori protettivi immunitari.

Il tuo latte è importantissimo per la/il tua/o bambina/o.

# 2: La Marsupio Terapia è importante la cura Kangaroo (pelle a contatto con la pelle) è particolarmente importante per la/il tua/o bambina/o prematura/o.
La Kangaroo terapia aiuta la/il bambina/o a mantenere la temperatura corporea regolare, aiuta il bambino ad essere più sereno e dà alla/al tua/o bambina/o l'opportunità di provare ad attaccarsi al tuo seno favorendo il vostro legame.

# 3: E’ importante sapere che i bambini prematuri hanno in genere meno resistenza e minore capacità di alimentarsi in modo efficace al seno. Così è importante che siate voi all’inizio a stabilire l’offerta, fornendo alla/al vostra/o bambina/o prematura/o  il latte materno.
È probabile che sia necessario offrire il seno un minimo di 8 volte in un periodo di 24 ore, a partire dalla prima ora dopo la nascita (o non appena possibile).
Se la Mamma ha già allattato al seno un’/un altra/o bambina/o, sa che andando avanti le cose via via saranno più semplici una volta che la produzione di latte si è stabilizzata e la/il bambina/o diventerà più matura/o.
Tuttavia, se la Mamma è alla prima esperienza di allattamento, lo sforzo di riuscire ad allattare una/ un bambina/o prematura/o può sembrare enorme e la ricompensa incerta.
Contattare una consulente per l'allattamento o un’ostetrica specializzata in allattamento può certamente aiutarla.
L’uso di un tiralatte elettrico a doppia pompa di tipo ospedaliero è il modo più efficiente ed efficace per tirare il latte.
È possibile contribuire ad evitare danni capezzolo posizionando il capezzolo al centro dello scudo per il seno e assicurandosi che lo stesso sia della misura corretta.
Dopo l'uso del tiralatte, si può finire con qualche minuto estrazione manuale, questo gesto può aiutare a rimuovere ancora più latte. Il massaggio del seno e la compressione manuale insieme al pelle-a-pelle con il vostro aiuto bambino aiutano ad aumentare la produzione di latte.
È possibile contribuire a innescare il vostro riflesso di emissione prima di offrire il seno, con un leggero massaggio dei capezzoli, guardando la/il vostra/o bambina/o o una foto di lei/lui.

# 4: L’uso di latte umano con aggiunta di ricostituenti può aiutare molto i neonati prematuri che hanno esigenze nutrizionali complesse.
Dal momento che un feto accumula normalmente i complessi di molti nutrienti nell’ ultimo trimestre di gravidanza, un bambino molto prematuro non ha queste scorte.
E 'spesso raccomandato per i neonati molto prematuri ricevere latte umano ricostituito(HMF) per fornire loro ulteriore proteine e sali minerali.
L'uso di questo tipo di HMF può influenzare negativamente alcune delle proprietà anti-infettivi del latte materno. HMFs sulla base di latte materno sono prodotte da un piccolo numero di banche del latte umano in Nord America. E 'importante che il latte HMF a base di latte materno diventi più ampiamente disponibile.

 # 5: Alcuni bambini prematuri possono prendere il seno a partire dalla 32° settimane di gestazione, mentre altri richiedono più tempo del previsto per avviare l’allattamento. Il precoce e frequente contatto  pelle-a-pelle tra voi e la/il vostra/o bambina/o dà la possibilità di fare pratica con il posizionamento e l'attacco ,favorendo anche la suzione non nutritiva (in cui il bambino non sta inghiottendo),pratica estremamente utile per stimolare la produzione di latte.
Non è raro che una/un neonata/o prematura/o si addormenti durante una poppata o sia troppo stanco per alimentarsi in alcune occasioni. A poco a poco, la/il bambina/o diventerà più forte e abile nel poppare ed eventuali aggiunte potranno essere gradualmente ridotte con l’aiuto di una/un professionista competente.

# 6: Posizionamento e attacca possono fare la differenza tra un allattamento problematico e un allattamento sereno!

# 7: L’uso dei Paracapezzoli può aiutare i bambini prematuri che hanno una immaturità intra-orale.
Per i neonati prematuri, il paracapezzolo può aiutare la/il bambina/o prematura/o ad  attaccarsi al seno e può migliorare la quantità di latte che la/il bambina/o ottiene.
Se si esce  dall'ospedale allattando al seno con il paracapezzolo, si può pensare di interrompere l’uso di questo dispositivo una volta che la/il bambina/o sia più matura/o.
Il consiglio è comunque sempre quello di rivolgersi ad un professionista dell’allattamento prima di ricorrere a qualsiasi dispositivo medico-sanitario.

 SE VUOI APPROFONDIRE LA TUA CONOSCENZA DELL'ALLATTAMENTO CLICCA QUI :

http://www.custodidelfemminino.it/index.php?option=com_content&view=article&id=71

http://www.custodidelfemminino.it/index.php?option=com_content&view=article&id=74:

Fonti:
http://www.bellybelly.com.au/breastfeeding/breastfeeding-premature-baby/
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/11153341
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18227623
http://www.scielo.br/pdf/bjid/v9n5/a02v09n5.pdf
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/11308105
http://apps.who.int/iris/bitstream/10665/42587/1/9241590351.pdf
http://journals.sagepub.com/doi/abs/10.1177/000992289403300602

 

 

FacebookTwitterGoogle Bookmarks