Header new 707x180

 

Imbolc Sage Goddess Blog FB.jpg.optimalImbolc significa "nella pancia" ed è in genere riferito alle pecore - che in questo periodo sono spesso gravide - ma è anche riferito alla Dea, nel senso di "nel ventre della Madre", per dire che i semi adesso sono appena sotto la superficie, pronti a germogliare: la Madre Terra sta in questo momento "gestando" la primavera. L'altro nome per questo festival è "Oimelc" che significa "latte di pecora" - ancora un riferimento alle pecore che allattano.

Anticamente in questo periodo si preparavano i campi per la semina e si celebrava l'inizio della transizione verso la primavera; non a caso, Imbolc veniva celebrato a metà strada tra il solstizio d'inverno e l'equinozio di primavera: le promesse del ritorno della luce e il rinnovamento della vita, che sono state fatte al solstizio d'inverno, stanno ora diventando manifeste.

Imbolc è la festa che celebra la trasformazione della Dea dalla Vecchia alla radiosa Fanciulla della primavera; è un momento tradizionale per nuovi inizi, un tempo di iniziazioni ed è anche il momento adatto per scegliere un nuovo nome. La Dea di Imbolc viene spesso individuata come Brigida (Brigid, Bridgid o Brighde), la dea del pozzo e della fiamma sacra. Il pozzo custodisce l'acqua sacra, da cui sgorga tutta la vita; la fiamma rappresenta il fuoco sacro, simbolo dell'energia.

Una delle tradizioni legate ad Imbolc era quella di creare una bambola, vestita di bianco, che rappresentava appunto la Vergine Fanciulla; si appendeva alle porte anche una croce intrecciata - fatta generalmente da giunchi - a 4 estremità e con una "piazza" tessuta nel mezzo detta la croce di Brigida.

Spiritualmente questo rappresenta un momento in cui onorare la fiamma della nostra creatività interiore (Brigida è anche la Dea della poesia) ed è il momento ideale per comprendere cosa è maturato nel nostro animo durante i lunghi mesi invernali.

Vi invito quindi a creare una candela - se ne possono fare di molto semplici, anche con la collaborazione dei bambini - profumarla con l'olio essenziale preferito e prendervi un attimo per riflettere a quali dei progetti che sono cresciuti dentro di voi durante la stagione del buio volete ora dare la luce.

Buon Imbolc!

 

Autrice: Marta Dorigo Salamon Responsabile Nazionale Coordinamento Peer Supporte Custodi del Femminino

Foto: www.sagegoddess.com

TI PIACEREBBE APPROFONDIRE I TEMI SUL FEMMININO E LA DEA MADRE? CLICCA QUI :

PER-CORSO CUSTODI DEL FILO ROSSO

 

FacebookTwitterGoogle Bookmarks