Header new 707x180

 

IMG 3715“Ti amerò sempre”, testo di Robert Munsch e illustrazioni di Lucia Sforza. Sono state vendute oltre 15 milioni di copie nel mondo, tradotto in Italia grazie all’editore Il Leone Verde. 

Una mamma teneva in braccio il suo bambino appena nato e pian piano lo cullava su e giù, su e giù. E mentre lo stringeva, cantava: Ti amerò per sempre, sempre avrai il mio amore e finché vivrò sarai il mio piccino”.

Per molti lettori può sembrare un libro commovente, anche perché facendo ricerche l’autore Munsch dedicò questo libro a sua moglie e ai tre figli nati morti. Gli ultimi versi, ripetuti in tutte le pagine, li cantava silenziosamente a se stesso dopo la morte dei suoi figli. Questo libro è stato rifiutato da tantissime case editrici, ritenevano il testo tedio e malinconico per la lettura destinata ai bambini. L’unica persona che diede fiducia all’autore è stato il suo distributore, che decise di pubblicare il libro. Nel 2001 occupò la quarta posizione dei libri più venduti di sempre.

Ai bambini piace la ripetizione dei versi e le illustrazioni riescono a colpire l’immaginazione dei lettori, e restano impressi nella memoria di quest’ultimi. Per i genitori, può essere un regalo anche per se stessi, poiché trasmette un messaggio profondo sulla relazione tra genitori e figli. Passano gli anni, il tempo scorre ma l’unica certezza è l’amore innato verso i propri figli, vale a dire la continuità dell’amore. Infatti, il libro è un susseguirsi di eventi, come la bolla che rappresenta la pancia della mamma, quest’ultima e il figlio abbracciati cuore a cuore. Continuano a succedersi gli eventi del ciclo della vita, da quando il bambino compie 2 anni e fa diventare matta la mamma, a 9 anni che non voleva tornare a casa per cena, da adolescente che indossava strani vestiti. In questo cerchio della vita, la mamma apriva ogni sera la porta della sua stanza ed intonava i consueti versi. La relazione continua finché la madre diventa anziana, e queste splendide parole passano da una generazione all’altra.

È un libro che ti fa pensare e riflettere sul nostro futuro e principalmente al futuro dei nostri bambini, ove è impossibile nascondere il ciclo naturale della vita, e che diventeranno presto adulti.

È un libro che trasmette il valore della famiglia e dell’amore, di non vergognarsi di abbracciare chi amiamo, di esternare i propri sentimenti e di dare voce alle proprie emozioni.

IMG 3716

 

Recensione a cura di : Roberta Filippone

Per contattare Roberta potete scrivere a : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


FacebookTwitterGoogle Bookmarks