lanascitatralemani 700x244

 

Senzanome“Non metti mai giù quel bambino ?”

“Hai intenzione di rovinarlo?”

“Dovresti insegnargli ad auto-consolarsi ora, prima che sia troppo tardi!”

Ecco, queste erano le cose che hanno detto a me quando i miei bambini erano neonati. No, non solo quando erano di pochi mesi, ma anche quando erano neonati appena usciti dal mio grembo… Ho avuto estranei, membri della famiglia - e sì, anche medici - che mi ripetevano che stavo rovinando i miei bambini tenendoli in braccio e vicino a me tutto il tempo.

Guardando indietro, so quanto siano assurde queste dichiarazioni. I miei ragazzi hanno ora 4 e 9 anni e sfrecciano lontano da me così velocemente che devo chiedere loro di sedersi e farsi coccolare un pò, come hanno fatto tanti anni fa. In quel momento, però, non sapevo per certo che i miei bambini sarebbero stati totalmente indipendente alla fine, così, quella critica si è sicuramente fatta strada sotto la mia pelle.

Il fatto è ,che tenere i miei bambini quasi 24 ore al giorno come ho fatto in quei mesi non è esattamente una scelta. E 'stata una necessità.
Se provavo a metterli giù, iniziavano a piangere!

Forse avrei potuto lasciarli piangere, e forse avrebbero imparato a lenire se stessi in qualche modo, ma ogni cellula nel mio corpo mi diceva che se il mio bambino piangeva, aveva bisogno di me,di essere preso in braccio. E sono andata avanti seguendo quell' istinto, nonostante il fatto che a volte ho ricevuto occhiatacce e giudizi.

Ho scoperto che, il mio istinto erano assolutamente corretto!
I bambini hanno bisogno di essere tenuti in braccio ogni volta che ne hanno necessità e non solo perché sono dolci e coccoloni e i loro capelli odorano come il cielo. Ho scoperto che ci sono un sacco di ricerche che ci dicono che non si può rovinare un bambino con il troppo contatto.
 In realtà, il contatto è di vitale importanza per la loro salute e il loro sviluppo.

Solo poche settimane fa, uno studio uscito su Pediatrics che ha esaminato gli effetti del contatto pelle a pelle sul neonati prematuri.
Lo studio ha preso in considerazione una lunga tempistica, guardando non solo gli effetti immediati del tenere i prematuri contro la pelle delle madri nelle loro prime settimane, ma anche come questa pratica abbia influenzato questi bambini fino ai loro 20 anni.

I prematuri che hanno sperimentato il pelle-a-pelle avevano un QI più alto, significativamente aree più grandi di materia grigia nel cervello, e anche lavori meglio retribuiti rispetto a quelli che non hanno esperienza di cura del pelle a pelle.
La coorte pelle-a-pelle ha anche mostrato meno propensione all’iperattività e all’ aggressività e sono stati meno assenti a scuola.

Naturalmente, questo studio ha esaminato specificamente a bambini prematuri, che sono particolarmente vulnerabili e bisognosi di TLC. Ma gli studi su bambini nati a termine hanno mostrato risultati simili.
Questo studio del 2012 ( Cochrane e Trials del Gruppo Parto Register) ha mostrato che i neonati a termine che hanno sperimentato la cura della pelle-a-pelle nei loro primi giorni, hanno avuto una migliore stabilità cardio-respiratorio, tassi di allattamento più elevati, e una diminuzione dielle crisi di pianto.

E non sono solo quei momenti subito dopo la nascita a ricoprire un’importanza enorme. Il semplice atto di stringere il bambino ha effetti positivi significativi per molte settimane dopo la nascita. Uno studio più vecchio, ma ugualmente rilevante, tratto da Pediatrics ,mostra che per i bambini le coccole hanno un enorme impatto sulla loro soddisfazione e anche la loro capacità di alimentarsi frequentemente. Non solo, portare il tuo bambino per una parte significativa della giornata riduce il pianto e  i sintomi di coliche che hanno  il picco a 6 settimane di vita.

Inoltre ,tenendo in braccio il bambino durante le procedure mediche dolorose come le vaccinazioni e gli screening neonatali si riduce in modo significativo l'esperienza dolorosa del bambini, secondo un corpus significativo di ricerche sul tema. Il Pelle a pelle ha anche effetti sostanziali sulla capacità di un bambino ad alimentarsi bene al seno, e indipendentemente dal tipo di alimentazione, tenere i bambini a contatto aiuta i genitori ad instaurare legami profondi e duraturi.

Inoltre il Dr. Phillips spiega che il cervello infantile è in un periodo critico di sviluppo in quei primi mesi e non ha in realtà completato il suo sviluppo, per cui il modo in cui il bambino viene accudito è fondamentale in termini di sviluppo ottimale del cervello.

“[L] a amigdala è in un periodo critico di maturazione nei primi 2 mesi dopo la nascita”, scrive il dottor Phillips. “L'amigdala si trova in profondità nel centro del cervello e fa parte del sistema limbico coinvolti nell’ apprendimento emotivo, la modulazione della memoria, e l'attivazione del sistema nervoso simpatico. Il Pelle a pelle attiva l'amigdala attraverso la via prefronto-orbitale e quindi contribuisce alla maturazione di questo struttura cerebrale vitale “.


Fortunatamente, la maggior parte delle mamme hanno un istinto molto forte e non hanno bisogno di ricerca che dicano loro che tenere il proprio bambino a contatto non lo rovina affatto!

…Ma questi studi potrebbero essere d’aiuto da far leggere a chi vi sta intorno e cerca di farvi credere il contrario!

 

 

Fonti:

http://pediatrics.aappublications.org/content/early/2016/12/08/peds.2016-2063
http://www.scarymommy.com/even-science-agrees-you-literally-cant-spoil-baby/
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3979156/
http://onlinelibrary.wiley.com/o/cochrane/clabout/articles/PREG/frame.html

FacebookTwitterGoogle Bookmarks