Header new 707x180

 

                                          

IMG 4595

L'abbraccio di Mamma Mammut non finisce mai. È il più morbido e soffice che ci sia. Il suo abbraccio scioglie tutte le mie paure”.

“Mamma Mammut”, libro scritto dall’autrice Maria Loretta Giraldo e illustrato da Nicoletta Bertelle, pubblicato dall’editore Camelozampa. Scrittrice per ragazzi, Giraldo è autrice di numerose favole e racconti, conosciuta per le filastrocche che compaiono in molti testi scolastici e recita spesso in molti spettacoli

per bambini. La famosa illustratrice, ha illustrato più di 80 libri, di cui è stata spesso anche autrice di testi. Ha realizzato scenografie per mostre, spettacoli teatrali, app e libri animati.

Un dolcissimo albo illustrato su una mamma gigante! Questa mamma riesce a prendere le cose più in alto, fa le bolle di sapone più grandi che ci siano, gioca a nascondino, aiuta a soffiare le candeline e il suo piccolo adora pettinarla. L’albo può essere letto fin da pochi mesi dei bambini, sfogliato e guardato da soli o con i genitori, dal momento che si tratta di una tenerissima storia sul rapporto unico e speciale tra bambino e mamma.

Le illustrazioni e il testo sono condotte con esemplare sincerità e naturalezza, sfogliandolo si nota la bontà e la bellezza di essere coccolati dalla mamma, le sue rassicurazioni che accompagnano i gesti delle cure ed azioni quotidiane.

La mamma “grande grande” trasmette fiducia contenendo talvolta la propria ansia, la sicurezza ricevuta dal bambino rappresenta affidamento e base sicura che gli eviterà in seguito di cadere in preda all’insicurezza e all’angoscia per la separazione della mamma. Il bambino ha bisogno di qualcuno che gli dia protezione e che faccia da intermediario tra sé e il mondo, questo qualcuno è la MAMMA.

La mamma fornisce al bambino le cure necessarie, lo alimenta, coccola, riscalda, pulisce, gli parla, diventa compagna di giochi e legge i libri, rispondendo a tutti i suoi bisogni.

 

Recensione a cura di :IMG 4596

Roberta Filippone
Responsabile Nazionale del Progetto : "Leggimi ancora!"
Ass. Custodi del Femminino

FacebookTwitterGoogle Bookmarks