Header new 707x180

 

Diana raccontoMi chiamo Diana e ho due figli di 12 e 2 anni.

Ho voluto fortemente allattare già dal primo figlio e mi sono documentata un pò tramite le consulenti del consultorio Asl della mia zona che sono sempre state accoglienti e ricche di consigli.
I miei figli sono nati entrambi con il cesareo e al primo parto questo sembrava un ostacolo all'allattamento. In realtà il mio primo bambino mi è stato avvicinato immediatamente ed è stato messo nell'incubatrice solo per il tempo in cui mi hanno ricucita, poi però mi è stato dato in braccio su mia richiesta (ma senza doverlo richiedere mai, anzi le ostetriche sembravano molto soddisfatte).
Appena l'ho preso in braccio l'ho guardato tutto in ogni piccola parte e poi, seguendo un istinto che partiva da dentro di me, l'ho attaccato al seno.
 
Il post cesareo non è stato facilissimo, ma, la voglia di avere il mio bimbo con me, ha fatto sì che mi rimettessi in piedi in men che non si dica e lui faceva la sua parte facendomi grandissimi sorrisi e ciucciando senza sosta.
 
La montata lattea ci ha messo 3 giorni ad arrivare, temevo di non riuscire ad allattare, ma ce l'abbiamo fatta. E' sempre stato un pò faticoso confrontato con l'allattamento attuale.
 
Mi hanno dato l'aggiunta che poi da sola ho tolto, mi hanno fatto il lavaggio del cervello sugli orari, sulla nanna, sul non averlo sempre in braccio e se da una parte la mia determinazione (chiamiamola anche ostinazione) mi ha tenuta in piedi dall'altra queste continue pressioni esterne mi hanno guastato i momenti magici dell'allattamento.
Pressioni senza senso per molti versi perché cresceva come un vitellino.
 
Ho allattato Massimo per 9 mesi poi lui ha indetto un bello sciopero che non ho saputo gestire e diciamo che forse mi ha ''liberata'' se si può dire.
Il nostro rapporto comunque è sempre stato bello e forte e ora che ha 12 anni lo sento ancora di più.
Lui avrebbe ciucciato fino a sei anni e gli avrebbe fatto bene.
 
Poi mi sono separata, ho trovato un altro compagno di vita ed è arrivata Dafne.
Con lei la mia ostinazione ha vinto su tutto il resto e ho letteralmente fatto quel che mi sentivo dentro.
 
Anche con lei ho avuto commenti, consigli non richiesti, difficoltà provenienti dall'esterno e anche se debilitata da un altro post parto non facilissimo sono riuscita a superare tutto. Con lei ho avuto due mastiti che mi hanno messa a dura prova e che ho superato grazie alla LLL Italia che ho chiamato come ''ultima spiaggia''. Temevo davvero di non farcela ed ero terrorizzata. 
 
Che dire.. allatto ancora e allatto bene, si allatta lei più che altro. E' il gesto più naturale del mondo.
 
Le madri hanno bisogno di vicinanza, di comprensione e di consigli sensati e adeguati. Di sentirsi dire che è tutto normale, che passa e diventa magico. Dopo il parto si vive un turbinio di sensazioni bellissime e bruttissime che spiazzano e non si ha sempre la forza di superarle. E' qui che molte mamme cadono purtroppo.
 
 
 
Diana
 
 
 
FacebookTwitterGoogle Bookmarks