topo dalla coda verdeAnche il Carnevale può essere un momento perfetto per genitori e bambini per leggere divertendosi insieme, oltre a travestirsi e mascherarsi! Un libro adatto a questi giorni allegri è  “Il topo dalla coda verde”, di Leo Lionni, pubblicato dalla casa editrice Babalibri. Autore di numerosissimi e pluripremiati libri per bambini (il libro Piccolo blu e piccolo giallo è il preferito mio e di mia figlia), è stato anche un designer, grafico, pittore, scultore ed illustratore. I suoi più famosi libri sono: Un colore tutto mio, Federico, Pezzettino, Un pesce è un pesce, Guizzino, La casa più grande del mondo, Il sogno di Matteo, Alessandro e il topo meccanico, Cornelio.  

Il libro è consigliato per i bambini dai 4 anni e ritroviamo il marchio di fabbrica dell’autore, in quanto è un testo denso che forse si presta ad essere letto più di una volta, per essere capito con pienezza anche dal piccolo lettore.  Vi sono grandi pagine illustrate con semplicità, raffiguranti i protagonisti, i topini e il loro habitat.

topo2

Un gruppo di topolini di campagna  si prepara per festeggiare il loro primo Carnevale, dopo aver saputo da un topo di città come veniva celebrato.

“ A Carnevale tutti danzano per le strade. Vi sono feste, banchetti, coriandoli e trombe che fanno un gran chiasso. E tutti portano le maschere”.

Pensando di interpretare lo spirito della festa, per giorni e giorni lavorarono per costruire maschere di feroci animali. Finalmente la sera dei festeggiamenti, iniziarono a danzare, cantare e si divertirono.

Molti di loro indossarono parrucche e cappelli, addirittura un topo si dipinse la coda di verde. Poco alla volta si dimenticarono di essere topini pacifici, non si riconoscevano con le maschere! Credevano di essere animali feroci,  spaventandosi a vicenda causando ostilità e paura.

Successivamente compare un topo “gigante” e consigliò di togliere le maschere e di bruciarle. Infatti i topini videro che il topo aveva ragione, “era bello tornare ad essere se stessi, topi veri senza timori e senza sospetti e ad essere di nuovo felici”.  

topo 3

 

 

 

Tutti tornarono ad essere come prima, tranne il topo dalla coda verde, non è stato in grado di togliere il colore dalla coda. Tuttavia,  la sua nuova coda gli ricordava la festa di Carnevale tra banchetti e coriandoli.

Dopo la lettura, si può provare a chiedere ai nostri bambini di che cosa vorrebbero essere per un giorno, quale maschera da indossare, senz'altro ci saranno risposte carinissime. 

Adesso siamo davvero pronti alle sfilate mascherate e feste!

 

 

Recensione a cura di:

Roberta Filippone

Responsabile Nazionale del Progetto : "Leggimi ancora!"

Ass. Custodi del Femminino

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

FacebookTwitterGoogle Bookmarks