Header new 707x180

 

22228161 479823752385935 5514683046223664745 nIl nostro ritmo Sonno-Veglia è il nostro orologio biologico interno. È approssimativamente un ciclo fisiologico di 24 ore, regolato dagli ormoni prodotti dai nostri corpi. Può anche essere influenzato da segnali esterni come la luce solare e la temperatura.
Gli ormoni che regolano il nostro ritmo circadiano includono il cortisolo, che ci aiuta a svegliarci e sentirci energici durante il giorno, e la melatonina, che ci aiuta ad addormentarci durante la notte. Nel latte materno ci sono diversi componenti che mostrano come anche il latte stesso possegga un suo ritmo circadiano.

Sono necessarie ulteriori ricerche, ma è probabile che il ritmo sonno-Veglia di almeno alcuni di questi componenti migliori il benessere dei bambini allattati al seno.
Ecco 3 fatti sulla variazione circadiana dei componenti del latte materno.

#1: Il contenuto di grassi del latte materno mostra un ritmo circadiano .È noto infatti che il contenuto di grassi del latte materno mostra un ritmo simile; il contenuto medio di grassi del latte materno è significativamente correlato all'ora del giorno. Il contenuto di grassi del latte materno è generalmente più elevato durante il giorno e la sera, e più basso durante la mattina e la notte.

# 2: Un amminoacido nel latte materno potrebbe aiutare i bambini allattati a dormire meglio di notte. Il latte materno contiene triptofano, un aminoacido usato dall'organismo per produrre l'ormone melatonina. La melatonina aiuta a indurre e regolare il sonno. I livelli di triptofano nel latte materno aumentano e diminuiscono in base ai ritmi circadiani materni. Ciò suggerisce che l'allattamento al seno potrebbe aiutare a sviluppare il ritmo circadiano dei bambini e aiutarli ad essere più equilibrati per dormire meglio la notte.

#3: Molti altri componenti del latte materno potrebbero avere questo tipo di variabilità .
Alcuni studi hanno mostrato un ritmo circadiano nel livello di alcuni minerali (ad esempio calcio, fosforo e magnesio) nel latte materno. Tuttavia, altri studi non hanno rilevato variazioni significative nella quantità di questi minerali. La ricerca mostra che molti altri micronutrienti (ad esempio alcune vitamine e ferro) e gli ormoni (ad esempio cortisolo e melatonina) hanno variabilità circadiana.

Quindi, perché potrebbe essere importante che questi vari componenti del latte materno mostrino questo tipo di variabilità?
È necessario ampliare la ricerca,non è attualmente noto quale funzione potrebbe avere questa variazione dei componenti nel latte materno, né è chiaro se ci sarebbero dei problemi se questi componenti non mostrassero variazioni.

I ricercatori hanno ipotizzato che il ritmo circadiano di vari componenti del latte materno potrebbe essere di particolare importanza per i bambini nati prematuramente.

Dalla nascita, l'esposizione alla luce del giorno e i segnali materni (compresi quelli nel latte materno) forniscono stimoli circadiani ai bambini. I bambini in terapia intensiva neonatale sono significativamente meno esposti a tali segnali di luce diurna e materna. Pertanto, è possibile che i neonati prematuri nell'unità di terapia intensiva neonatale potrebbero trarre maggior beneficio se venissero allattati con latte materno che corrisponda alla fase circadiana in cui è stato prodotto.

A tal fine però riteniamo siano necessarie ulteriori ricerche!

 

Traduzione e Adattamento a cura di Maria Chiara Spadoni

 

SE HAI BISOGNO DI SUPPORTO IN ALLATTAMENTO, CONTATTA LA PEER SUPPORTER/MAMMA ALLA PARI PIU' VICINA A TE 

SE VUOI DIVENTARE ANCHE TU UNA PEER SUPPORTER E DARE SOSTEGNO IN ALLATTAMENTO, CLICCA QUI: Peer I Livello inizia a Giugno 2018  -  Peer II Livello

 

Bibliografia :

https://www.bellybelly.com.au/breastfeeding/3-facts-about-circadian-rhythm-of-breastmilk-components/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/28622480

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16582032

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16380706

FacebookTwitterGoogle Bookmarks