Header new 707x180

 

scelte influenzanoTi è mai capitato che la tua attitudine sul cibo, in un dato momento, abbia influenzato il tipo di spesa settimanale (biologico o standard, carboidrati, vegetariano o carne, naturale, a basso contenuto di grassi, ecc.)? Penso proprio che sia capitato a tutte/i! Basta pensare a cosa si acquista quando facciamo la spesa da affamate/i!

Bene, e se potessimo dare un'occhiata interna all'atteggiamento e alle opinioni del professionista di turno sul parto vaginale rispetto al cesareo? Pensi che questo dato abbia a sua volta un impatt  sull’esito del travaglio e della nascita?

Un nuovo studio pubblicato su BMC Pregnancy & Childbirth* dice di sì.

 

I ricercatori hanno raccolto i dati da un campione casuale di 209 professionisti sanitari in California: un campione composto da ginecologi, ostetrici/che, medici di famiglia. L'indagine sull'attitudine alla nascita (utilizzata e convalidata da uno studio precedente nel 2009) ha esaminato sei diverse aree maggiormente suscettibili di influenzare o meno una donna in gravidanza (di un solo figlio, a termine, in posizione cefalica (parametri "nulliparous, term, singleton, vertice" o NTSV).

I sei argomenti del questionario erano:

atteggiamenti riguardanti l'uso del  monitoraggio fetale elettronico

fattori che aumentano i tassi di taglio cesareo

paura della modalità di nascita da parte degli intervistati o dei loro partner / coniugi

fattori che riducono i tassi di taglio cesareo

scelta materna e ruolo delle madri nella nascita

sicurezza per modalità o luogo di nascita

 

Medici e ostetriche che hanno ottenuto punteggi bassi nella scala delle domande sono stati classificati come più a favore del parto vaginale. Coloro che hanno ottenuto punteggi elevati sono stati contrassegnati come più favorevoli al parto cesareo.

Ciò che i ricercatori hanno trovato è che coloro che hanno ottenuto punteggi alti o superiori a favore del cesareo, hanno anche avuto tassi più alti di cesarei. In altre parole, i loro atteggiamenti erano correlati ai risultati ottenuti, ciò nonostante le evidenze aggiornate - secondo cui un tasso di cesareo inferiore è migliore e più salutare per le famiglie.

Attualmente in Italia la percentuale di cesarei si aggira intorno al 35.7% (Dati 2014 - OECD (2016), Caesarean sections (indicator). doi: 10.1787/adc3c39f-en) con picchi significativi in alcune regioni del Sud; ciò a fronte della raccomandazione dell' Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) affinché il tasso di tagli cesarei in un paese non superi il 15%. 

Nel dare uno sguardo più ravvicinato ai risultati dello studio i ricercatori hanno scoperto che gli atteggiamenti variano ampiamente. All'estremità inferiore della scala (quelli i cui atteggiamenti favorivano la nascita vaginale) c'erano le ostetriche. I più alti della scala (quelli il cui atteggiamento favoriva il parto cesareo) erano ginecologi. I medici generici di famiglia si collocano da qualche parte tra ostetriche e ginecologi, o si allineano più strettamente con le ostetriche

Che cosa significa tutto questo per le donne? Perché questi risultati sono importanti?

Questo passo dello studio lo riassume bene:

"Questi risultati suggeriscono che gli atteggiamenti, i valori e le convinzioni di base di un professionista sanitario svolgono un ruolo importante nelle decisioni intrapartum [parto] e che alla fine influenzano i risultati della nascita."

Le attitudini, i valori e le convinzioni della persona a cui hai donato il compito di assistere e custodire del vostro percorso, svolgono un ruolo importante, quindi entra in contatto con lei (e con la struttura), fai domande, passa oltre il muro di protocolli e dai maggiore spazio al lato umano, di conoscenza e scambio reciproco. Fai tutte le domande che nascono dentro di te!

Informati sulla sua visione globale, sulla percentuale di parti indisturbati e rispettati, di parti vaginali operativi e di cesarei. Se sei già in contatto con un'ostetrica o un ginecologo/una ginecologa, non è quasi mai troppo tardi per iniziare a fare domande - e forse per fare un cambiamento.

Il tipo di assistenza e rispetto che ricevi durante la danza della nascita è importante! Il parto cesareo, così come un parto operativo, in alcuni casi è un salvavita, naturalmente.

Ma quando è abusato e svolto inutilmente, pone rischi pericolosi per genitori e bambini.

Finché non ci sarà unanimità nella recezione delle evidenze scientifiche aggiornate, inclusa una percentuale  inferiore di cesarei, la cosa migliore che si può fare è conoscere le migliori pratiche di nascita e scegliere saggiamente da chi farsi accompagnare.

La vostra Nascita è un evento unico, irripetibile e così Prezioso!

 

 

Articolo a cura di Marika Novaresio - VBAC Professional Member

 

Vuoi saperne di più sul VBAC?

 

VBAC evento

 

 

Fonti:

*Emily White VanGompel, Elliott K. Main, Daniel Tancredi and Joy Melnikow, Do provider birth attitudes influence cesarean delivery rate: a cross-sectional study, BMC Pregnancy and Childbirth2018

FacebookTwitterGoogle Bookmarks