Header new 707x180

 

LithaSecondo l'antico calendario pagano, l'estate inizia a Beltane e termina a Lammas / Lughnassadh.


Il solstizio segna il picco. È l'apogeo del percorso che stiamo seminando da Imbolc: la fine dell'oscurità, della sterilità e l'inizio del periodo più fertile, dove tutto si rinnova, nel calore dell'amore e della passione (per celebrare questo evento, a fondo di questo articolo, c'è una meditazione da ascoltare)


Astrologicamente corrisponde al punto in cui il Sole raggiunge il Tropico del Cancro, ed è il giorno più lungo e la notte più corta dell'anno.

E questo segna l'inizio dell'estate, che cade quest'anno il 21 giugno, alle 12:07 ora italiana

 


Litha ( anche se il nome in sé è relativamente moderno, probabilmente derivato dalla parola sassone che significa "il contrario di Yule) è stato un momento molto importante sin dal Neolitico, come lo dimostrano i vecchi edifici come molti cerchi di pietre, come Stonehenge, che sono allineati con il sorgere del sole al solstizio d'estate. Litha era la festa più importante in quasi tutti i luoghi prima dell'avvento del cristianesimo, forse la più grande celebrazione della ruota dell'anno.

Con essa si celebra l'intervallo tra la semina e la raccolta, venivano costruite armi per la caccia e vengono conservati i pezzi per l'inverno. Si iniziano a cogliere i primi frutti del raccolto.

La vita è calma e piacevole,Yule si trova a casa, circondato dalla famiglia, mentre Litha esplode in giardini e foreste, dove tutti sono invitati a partecipare alla festa, al falò. Ci invita ad abbandonarci alla gioia ed a festeggiare con i falò sulle colline, bruciando le ruote di paglia che vengono gettate giù per la collina fino a che non si estinguono cadendo in un fiume o in un ruscello. Se bruciano bene, vanno lontano, rotolano velocemente e saltano in alto, indicano buona fortuna per il prossimo anno. I falò proteggono dagli spiriti maligni, le strade sono piene di luci, le persone portano lanterne e le ballerine si travestono da unicorni, fate e draghi. Saltare e ballare faceva parte della festa, che si mantiene ancora oggi.



Gli aspetti di Madre e Padre collegati alla Dea e al Dio sono celebrati. Il dio è seduto sul suo trono come re della foresta, è l'uomo verde, identificabile con Pan. Il falò, simbolo di vita, fertilità, vigore (per questo, i matrimoni che non potevano essere celebrati a Beltane, venivano celebrati a Litha).

Nelle città pagane, Litha era il momento devozionale per eccellenza, quella notte e dopo aver trascorso il giorno digiunando e meditando, le sacerdotesse e i sacerdoti fecero le loro devozioni. Se stai pensando di fare un lavoro devozionale, Litha è il periodo dell'anno più favorevole per questo lavoro, poiché la Dea e il Dio sono nel loro apogeo.

 

Tradizionalmente, Litha è stata celebrata in Lettonia, Lituania, Norvegia, Danimarca, Finlandia ed Estonia, Irlanda, parti della Gran Bretagna (Cornwall), Francia, Italia, Malta, Portogallo, Spagna e in alcune zone al di fuori dell'Europa, come il Canada, gli Stati Uniti e anche in Argentina, Brasile.
Con l'avvento del Cristianesimo la festa di Litha è stata ribattezzata San Juan, e modificato il modo in cui viene celebrata ma possiamo sempre osservare nelle feste cristiane segnali che ci riportano alla tradizione pagana.


"Nella terra di lingua anglosassone ci sono alcune vecchie storie che narrano di come l'anno sia governato da due antiche divinità della vegetazione: nella prima parte dell'anno dal Re Quercia, e nella seconda dal Re dell'Agrifoglio, sempre in lotta l'uno con l'altro. Il primo rappresentava l'anno in crescita, quando il giorno è più lungo della notte, e il secondo simboleggiava l'anno decrescente, nel quale l'oscurità dura più della luce. E mentre a Yule, il re dell'Agrifoglio, bruciato sul rogo, fu sconfitto; durante Litha fu il re della Quercia a perdere la battaglia. Ovviamente, girando la Ruota dell'Anno, la fortuna ha dato una svolta e tutto è tornato in equilibrio. Tra i due re, immobile e, ancora, mutevole, c'era l'Antica Madre, che raccoglieva la vita e la morte in se stessa. Si ritiene inoltre che le piante che fioriscono in Litha abbiano poteri curativi, così che le piante siano state raccolte quella notte per scopi curativi. Nel Neodruidismo, il termine "Alban Hefin" è usato come sinonimo del solstizio d'estate. Questo termine fu coniato alla fine del XVIII secolo dal romantico autore Morganwg.

 

 

I due simboli più importanti di questo sabbat sono la spada (simbolo del Dio solare) e il calderone (simbolo della Dea nella sua pienezza)

Piante ed erbe: lavanda, camomilla, rose, margherite, giglio, camomilla, sambuco, finocchio, lavanda, erba di San Giovanni, verbena, artemisia, quercia

Candele: arance, marroni e gialli.

Incenso: incenso, limone, rosa, lavanda.

Oli: incenso, limone, rosa, lavanda

Colori : rosso, arancione, verde, giallo, bianco. Tutto ciò che evoca il potere della natura e il potere del sole.

Pietre: ambra, giada, occhio di tigre, occhio di gatto, diaspro, peridoto, venturina, rubino, smeraldo, quarzo.

Cibo: frutta fresca da giardini, fragole, limone, arancia, melone, anguria, ciliegie, banane e verdure.

Bevande: acqua fresca, succhi, vino, tè e infusi con ghiaccio.

Incenso: limone, pino, rose, timo, verbena, rosmarino, benzoino, lavanda Colori delle candele: rosso, arancione, verde, giallo, bianco.

Legno bruciato: quercia.

Colore: verde, oro, blu, giallo Pietra: giada, smeraldo, occhio di tigre, diaspro, quarzo.

Punto cardinale: sud

Elementi: acqua e fuoco

Divinità: La Dea Madre, la Pachamama, divinità solari dei diversi panteon (come Balder della mitologia nordica), dee della fertilità e dell'amore.

Materiali che possono essere usati per decorare :

• Boccioli e fiori stagionali

• Ghirlande e nastri rossi, gialli e arancioni ... e verde!

• Rami molto verdi

• Molte candele! 

• Cibo e bevande. (sono descritti sopra)

• Rune! Usa la runa solare per eccellenza, Sigel.

Attività in Litha: (motto: "facciamo")

È un buon momento per praticare la magia di tutti i tipi, poiché è l'inizio di una nuova "marea psichica", con un tono più calmo e più stabile di quelli degli equinozi. Tradizionalmente era un tempo di purificazione, in cui le persone saltavano sopra il falò o il calderone per ottenere protezione, fertilità, salute, ecc...

Un'altra usanza era quella di bruciare simboli di ciò che si voleva purificare.

Salutiamo il Dio Luminoso, il Re della Quercia nel suo giorno di gloria, chiediamo che il suo potere riempia e purifichi il nostro essere, e prendi consapevolezza che tutto ciò che nasce e cresce deve anche morire. E proprio come deve morire, poi deve rinascere.


Altre cose che puoi fare.

• Prima del rito, riempire una bustina con erbe come lavanda, camomilla, verbena, rosa, violetta, edera, camomilla o cannella.  Chiudilo con un nastro rosso e posizionalo sull'altare. Metti il calderone sopra o vicino all'altare. Metti una candela rossa sull'altare. Disegna il cerchio, recita le tue invocazioni, per esempio:

"Celebriamo il tramonto estivo con questi riti mistici. Grande Dea, Gran Dio, tutta la natura vibra con le tue energie e la terra è immersa nel calore e nella vita. Ora è il momento di dimenticare i problemi del passato Ora è il momento della purificazione. Oh sole, brucia l'inutile, il doloroso, il vano. Con il tuo potere onnipotente, purificami " 

Brucia la bustina con la candela rossa e mettila nel calderone o in un contenitore che supporti il fuoco.

"Ti libero per il potere della Dea e del Dio. Ti libero per i poteri del Sole, della Luna e delle Stelle. Ti libero per i poteri dei Signori e Dei della Terra, Aria, Fuoco e Acqua "

Visualizza il contenuto della borsa che brucia e si dissipa. "Bella Dea, Dio mio, in questa magica notte d'estate, ti prego di riempire la mia vita di gioia e meraviglie. Aiutami a sintonizzarti con le energie. Ti ringrazio"

Rifletti sulla purificazione che è avvenuta in te. Senti che i poteri della natura fluiscono attraverso di te, purificandoci con l'energia divina. Cerca di riflettere nella pienezza della natura.

Felice Litha!

 

Articolo a cura di Chiara Spadoni, Moon Mother

 

ABBIAMO PREPARTO UNA MEDITAZIONE PER TE per celebrare il Solstizio d'Estate. Clicca qui per ascoltarla.

 

SENTI IL BISOGNO DI APPROFONDIRE LA CONNESSIONE CON IL FEMMININO DENTRO DI TE? Clicca qui

VUOI DIVENTARE EDUCATRICE MESTRUALE? Ecco il percorso che fa per te! Clicca qui

FacebookTwitterGoogle Bookmarks