Header new 707x180

 

educazione mestrualeLa prima cosa che mi preme di chiarire è che le donne nella nostra cultura non hanno ricevuto un'istruzione mestruale.
Non sto parlando solo di quelle che oggi sono nonne o bisnonne e ricordano con amarezza il giorno che hanno iniziato a sanguinare e non sapeva che cosa stesse succedendo perché nessuno aveva detto loro nulla riguardo il ciclo mestruale. Vorrei anche parlare di quelle che ora sono ragazze e madri e hanno ricevuto istruzioni su come utilizzare gli assorbenti, ma continuano a non capire nulla di quello che vivono durante tutta la durata (circa 35 anni) della fase fertile. L’intento dell’educazione mestruale è quello di comprendere il ciclo mestruale per sentirsi sicure e percepirne il potere.

Le mestruazioni sono più di un insieme di informazioni.

L’educazione mestruale è molto più di insegnamento scritto su di un foglio. Serve per capire il ciclo mestruale in tutte le sue sfaccettature,per comprendere e interiorizzare la sua natura ciclica,per imparare ad ascoltarne il ritmo a viverne ogni momento come si vuole.

In particolare, significa conoscere le fasi della vita delle donne e delle loro caratteristiche: infanzia, adolescenza, fase fertile (in cui i cicli mestruali e cicli riproduttivi si alternano), la menopausa e la maturità. Significa anche capire cosa succede in ogni fase del ciclo a livello di apparato sessuale,di pensiero,di emozioni,di intuizione,del corpo, della spiritualità e delle relazioni sociali e imparare a collaborare con il potenziale intrinseco di tutte loro.

E 'indispensabile saper leggere nel nostro corpo quando arriva l'ovulazione per rilevare i due poli: la massima apertura (ovulazione) e il ritiro massimo (mestruazioni). Allo stesso tempo, abbiamo bisogno di avere una conoscenza dettagliata del processo di ovulazione in modo da sapere quando e come possiamo rimanere incinta e come possiamo prevenire, promuovere e rilevare la gravidanza.Infine,significa anche per mostrare i diversi modi in cui è possibile gestire  la mestruazione: spiegando che le donne hanno la capacità di controllare l'espulsione delle mestruazioni e decidere dove farlo senza l'utilizzo di assorbenti mestruali e macchie (ciò che è noto come sanguinamento libero), e in seguito mostrando le diverse opzioni che esistono agli assorbenti usa e getta: tovaglioli di stoffa, monouso pad, tamponi e coppette mestruali.

Potenza delle madri: spezzare la catena

La maggior parte delle madri sanno molto poco di questi problemi, così abbiamo lasciato in eredità alle nostre figlie il silenzio, il disprezzo e la vergogna per il ciclo mestruale, portandole ad una lotta assurda e dolorosa contro la loro stessa natura ciclica.
Per rompere questa catena di disinformazione e sottovalutazione del proprio potenziale le donne hanno bisogno di conoscere il loro ciclo mestruale e imparare a collaborare con lui.

Una volta che abbiamo metabolizzato e interiorizzato questa conoscenza potremmo spontaneamente trasmetterlo alle nostre figlie,ai figli e al nostro partner.
Per rompere le catena la donna deve imparare a collaborare con il suo ciclo mestruale.

Il potere dei genitori: ascoltare e accompagnare

Apparteniamo ad un momento storico in cui prevale l'idea che le donne con le mestruazioni hanno reazioni incontrollabili e distruttive che danneggiano i loro cari e minano le loro relazioni. In effetti, questo accade spesso nel caso in cui non si capisce il ciclo mestruale e ci si pone in contrasto con il potenziale di tutte le sue fasi. Tuttavia, una volta compreso il ciclo, diventa un grande dono per il rapporto con gli altri e invece di distruggerlo lo rafforza e lo fa crescere.
Il compito dei genitori è quello di imparare ad ascoltare le esigenze dei loro figli in ogni fase del ciclo e accompagnarli con amore e rispetto. Per imparare ad apprezzare il tempo premestruale dovete mettere sul tavolo tutto ciò che non funziona nel rapporto e non avere paura dell'intensità emotiva ed intuitiva delle fasi premestruale e mestruale.

Questo modello è l'eredità che lasceremo alle nostre figlie e ai nostri figli.

L'età migliore per l'istruzione mestruale: le bambine e i bambini di età compresa tra 0-2 anni sentono un grande fascino verso ciò che espelle il corpo della madre quando è seduta sul water: ancora non hanno alcun pregiudizio per le feci, l'urina, le perdite vaginali e per le mestruazioni. Questa curiosità è un tesoro prezioso per educarli ad una parte della vita alla quale in seguito verrà posto il veto da parte del tabù culturale. Il fatto che le figlie e i figli vedano con regolarità le perdite vaginali facilita la madre a parlare del ciclo mestruale in situ, nel momento in cui l'esperienza risveglia la loro curiosità, e non sulla forma astratta, staccata dall' esperienza diretta. Permette anche di normalizzare il ciclo e integrarlo nella vita del piccolo o della piccola. Infine, contribuisce forse a qualcosa di ancora più importante: le figlie e figli non catalogheranno la sessualità come un problema e sanno di poterne parlare con le loro madri.

La preparazione delle figlie alla prima mestruazione inizia dalla nascita.

La preparazione per la prima mestruazione delle figlie inizia alla nascita, non a otto o dieci anni, come noi immaginiamo. Detto questo, quando la bambina comincia a sperimentare i primi cambiamenti della pubertà sarà necessario aggiornare questa conoscenza e parlarne spesso così che possa vivere con fiducia la trasformazione ciclica che la porterà ad essere una donna.
Il giorno della prima mestruazione è importante fare una celebrazione di inizio del ciclo mestruale in cui accompagnare la ragazze e dare le risorse necessarie per farla sentire bene nella sua nuova fase.

Si può semplicemente andare a gustare una cioccolata calda con la madre o fare una grande festa e invitare tutte le donne che sono importanti per lei. Sì, deve essere organizzata con lei per farla sentire coinvolta ed emozionata.

Che dire dei bambini?

I bambini hanno bisogno anche loro di sapere come funziona il ciclo mestruale e di avere la comprensione del ciclo delle donne che forma una parte della loro vita. Hanno bisogno esattamente della stessa istruzione delle ragazze, ma ovviamente senza la celebrazione della prima mestruazione. Se in ogni fase del ciclo la madre condivide come si sente e come ha bisogno di essere accompagnata e il padre (o referenti maschili) sa ascoltare e accompagnare la sua esigenze, il bambino avrà risorse preziose per affrontare le donne nella sua futura adolescenza ed età adulta.

 

 

Tradotto e rivisitato da :

http://niñossanos.com/la-necesaria-educacion-menstrual/

FacebookTwitterGoogle Bookmarks