Header new 707x180

 

mabon 1Mabon Equinozio d'autunno, Secondo Raccolto:
cade tra il 21 e il 23 settembre Mabon, (pronunciato MAY-bun, MAY-bone, MAH-boon o MAH-bawn) è l'equinozio d'autunno.

L'equinozio d'autunno divide ugualmente il giorno e la notte: qui dovremmo prenderci tutti un momento per rendere omaggio all'oscurità imminente.

Ringraziamo anche la luce del tramonto, mentre immagazziniamo il raccolto delle colture di quest'anno.


I Druidi chiamano questa celebrazione, Mea'n Fo'mhair, e onorano l'Uomo Verde, il Dio della Foresta, offrendo libagioni agli alberi.
Offerte di sidro, vini, erbe, semi e frutta secca sono appropriate in questo momento.
I pagani celebrano la Dea che invecchia mentre passa da Madre a Crona, e il suo consorte, il Dio, mentre si prepara alla morte e alla rinascita.

 

La festività dell’equinizio d’autunno è conosciuto anche con altri nomi: Festa del secondo raccolto,Festa del Vino, Festa di Avalon, Equinozio di Autunno, o Cornucopia.
Il nome teutonico, Winter Finding, abbraccia un periodo di tempo compreso tra Mabon e il 15 ottobre, che è l'anno nuovo in norreno.
In questo festività è appropriato indossare abiti eleganti e cenare e festeggiare in un ambiente lussuoso.

È tempo di terminare i vecchi lavori e prepararci ad un periodo di riposo, relax e riflessione.

Simbolismo di Mabon: Seconda raccolta, i misteri, l'uguaglianza e l'equilibrio.

Simboli di Mabon: vino, zucche, pigne, ghiande, cereali, mais, mele, melograni, viti come edera, semi essiccati e corna di abbondanza.

Erbe di Mabon: Ghianda, benzoino, felci, cereali, caprifoglio, calendula, erba medica, mirra, passiflora, rosa, salvia, sigillo di Salomone, tabacco, cardo e ortaggi.

Alimenti di Mabon: Pane, noci, mele, melograni e verdure come patate, carote e cipolle.

Incenso di Mabon: miscela autunnale con benzoino, mirra e salvia.

Colori di Mabon: Rosso, arancione, ruggine, marrone, marrone e oro.

Pietre di Mabon: Zaffiro, lapislazzuli e agate gialle.

Attività di Mabon: fare il vino, raccogliere erbe secche, piante, semi e baccelli, camminare nei boschi, spargere offerte nei campi raccolti, offrire libagioni agli alberi, adornare i luoghi di sepoltura con foglie, ghiande e pigne per onorare coloro che sono passati.

Incantesimi di Mabon: protezione, prosperità, sicurezza e fiducia in se stessi. Anche quelli di armonia ed equilibrio.

Divinità di Mabon:

Dee di Modron, Morgan, Epona, Persefone, Pamona e le Muse.
Dei di Mabon, Thoth, Thor, Hermes e The Green Man.

Mabon è considerato il tempo dei Misteri.
È un momento per onorare le Divinità che invecchiano e il Mondo degli spiriti.

Tempo di raccolta :
Quando le foglie ingialliscono e frutta e verdura maturano, quando il giorno e la notte sono quasi uguali.

Curiosità:
I Romani celebravano un festival dedicato a Pomona, dea dei frutti e delle cose in crescita.
Tuttavia, il mito antico più famoso viene dalla Grecia. .L’equinozio d’autunno segna Il ritorno agli inferi di Persefone:
Nell'antica mitologia greca, l'inizio della caduta è strettamente legato alla storia del rapimento di Persefone, chiamata anche Kore o Cora. Figlia di Demetra, dea della terra e della fertilità, fu rapita e portata negli inferi per diventare la moglie di Ade, il dio-re degli inferi. Dopo un periodo di lutto e di lotta, Demetra alla fine riportò la figlia dall'Ade alla luce, ma solo per sei mesi all'anno. Ogni autunno, Persefone deve tornare negli inferi per passare sei mesi con Ade. Durante questi mesi, la Natura si ritira.

Celebrazione neopagana:


Il Mabon è una celebrazione neopagana relativamente moderna, che si svolge intorno all'equinozio di settembre. 

Negli anni '70, l'autore americano Aidan Kelley assegnò nuovi nomi alle sei festività pagane radicate nell'antica tradizione celtica e aggiunse due nuove celebrazioni proprie all’equinozio di settembre e marzo.
Queste feste sono celebrazioni basate sui cicli del sole.
Ispirato da un nome proprio derivato dalla parola gallese mab / map, che significa "figlio" o "ragazzo", Kelly scelse Mabon come nome per la celebrazione dell'equinozio d'autunno, e fondò la cerimonia che egli aveva composto per il festival nel mito greco di Persefone.
Mabon celebra il secondo raccolto e l'inizio dei preparativi invernali, ed è il momento di rispettare l'imminente oscurità mentre rende grazie alla luce del sole.
I druidi e i pagani si radunano anche a Stonehenge, il famoso sito di 5000 anni nel Wiltshire, e a Castlerigg, un altro cerchio di pietre megalitiche vicino a Keswick, in Cumbria, per osservare l'alba del giorno dell'equinozio.


Cristianesimo.


La chiesa cristiana sostituì molte celebrazioni pagane con osservanze cristiane. Il più celebre è il Natale, che ha sostituito l'antica festività di Yule attorno al solstizio di dicembre.
La celebrazione cristiana più vicina all'equinozio di settembre è Michaelmas, anche conosciuta come la festa di San Michele e tutti gli angeli, il 29 settembre. In questo periodo, la festività di San Michele è principalmente osservata nella chiesa cattolica.
Secoli fa in Inghilterra, l'epoca attorno alla festa di San Michele aveva anche un lato commerciale :ai servi venivano pagati gli stipendi dopo il raccolto e gli operai cercavano nuovi posti di lavoro in occasione di fiere del lavoro che diventavano anche un luogo per le celebrazioni.

Mabon è un tempo ricco di magia, tutto collegato alle stagioni mutevoli della terra,questo è il Secondo Raccolto, il Raccolto di Frutta e la Grande Festa del Ringraziamento.


La Dea è radiosa e il Dio alla fine muore con il suo dono di puro amore con il taglio dell'ultimo grano. Ritornerà. Mentre il grano viene raccolta in abbondanza durante Lammas e raggiunge il completamento, ci godiamo l'abbondanza di frutta e verdura in questo momento.


È tempo di ringraziare il Sole calante per la ricchezza del raccolto che ci è stato conferito.

A volte sembra che ogni Festività richieda dei ringraziamenti, ed è davvero così: ogni giro della Ruota porta doni e intuizioni sia interiori che esteriori, quindi Mabon è una celebrazione e anche un periodo di riposo dopo il lavoro del raccolto.


In termini di percorso di vita, è il momento di raccogliere ciò che hai seminato, il tempo di guardare alle speranze e alle aspirazioni di Imbolc e Ostara e riflettere su come si sono manifestate.


È tempo di completare i progetti, di sgombrare e lasciare quello che non è più voluto o necessario mentre ci prepariamo alla discesa, in modo che l'inverno possa offrire un tempo per la riflessione e la pace.
Ed è tempo di piantare semi di nuove idee e speranze che giacciono dormienti ma nutriti nell'oscurità, fino al ritorno della primavera.

Che il tuo Mabon sia memorabile e che il tuo cuore e il tuo spirito siano pieni fino a traboccare!

 

ruota

 

 

A cura di : Maria Chiara Spadoni, Educatrice Mestruale,Moon Mother, Ricercatrice sul Cammino della Dea

 

Abbiamo preparato per te un piccolo approfondimento sull‘equinozio d’Autunno e la festa di Mabon, ascoltalo qui

Vuoi celebrare la ruota dell'anno con i tuoi bambini? Ne stiamo parlando nel gruppo fb Educazione Liberata

FacebookTwitterGoogle Bookmarks