Header new 707x180

 

ritmo circadiano allattamentoIl latte materno è una sostanza sorprendente ed adattabile, tant’è che cambia durante il giorno!

Il latte materno è un organismo vivente con oltre 700 specie batteriche viventi.

 

Esso cambia naturalmente composizione durante la poppata (ne abbiamo parlato qui)

Tuttavia, ci sono poche informazioni scientifiche sul modo in cui il latte materno cambi durante un ciclo di 24 ore.

Gli esperti stanno ora iniziando a scoprire che il contenuto di grassi e i livelli di alcuni nutrienti e ormoni chiave nel latte materno, variano con il ritmo circadiano della madre.

 

Un articolo intitolato "Variazioni circadiane delle componenti del latte materno e implicazione delle cure*" è stato pubblicato sulla rivista  Breastfeeding Medicine . In esso, il dott. Robert White, un neonatologo del Beacon Children's Hospital, ha avanzato l'idea che i componenti del latte materno cambino durante il giorno, in risposta agli input materni. 

Il contenuto di grassi del latte materno è in genere più elevato nelle ore serali, fattore che alcuni sostengono possa aiutare un neonato a rimanere sazio e dormire per un periodo maggiore di notte. Inoltre, i livelli di triptofano, un aminoacido usato per produrre l'ormone melatonina, sono presenti in quantità elevate durante la notte. Gli studi hanno rilevato che altre vitamine e ormoni, come il ferro e il cortisolo, variano a seconda del ritmo circadiano.

Il Dr. White spiega che quando la madre è incinta, il bambino sperimenta in utero gli stessi cicli diurni della madre, compresi i cambiamenti di temperatura, l'attività fisica della madre e il trasferimento placentare degli ormoni, come il cortisolo e la melatonina.

Al momento della nascita, i bambini inizialmente non producono gli ormoni necessari per regolare i propri ritmi circadiani. Tuttavia, questi stimoli circadiani possono continuare a essere recepiti attraverso l'allattamento al seno.

La melatonina e varie proteine ​​(elementi costitutivi di altri ormoni) sono presenti nel latte materno in quantità variabili per un periodo di 24 ore. In quanto tale, il latte materno può influenzare il ciclo sonno-veglia del neonato.

Il dott. White indica che sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se i neonati che ricevono latte materno tirato, potrebbero trarre meggiore beneficio dal consumo del latte tirato alla stessa ora (in giornate antecedenti)

Mentre è necessario fare più ricerca intorno al tema del latte materno e del ritmo circadiano, possiamo ufficialmente dire che il latte materno è unico nella sua capacità di adattarsi al ciclo giorno-notte.

 

 

Articolo a cura di Marika Novaresio, responsabile Allattamento

 

Se hai bisogno di supporto in Allattamento, trova la Mamma Peer Supporter più vicina a te

Se vuoi diventare anche tu una Mamma Alla Pari/Peer Supporter in Allattamento, contattaci 

Se sei già una Mamma Alla Pari e ti interessa proseguire il tuo percorso di approfondimento, clicca qui

 

-----------

*nome originario dello studio: "Circadian Variation of Breast Milk Components and Implications for Care", Robert D. White, Published Online:1 Sep 2017 https://doi.org/10.1089/bfm.2017.0070

 

FacebookTwitterGoogle Bookmarks