A599F1D6 A842 40C3 961C 3380C16A0C4FLa festa di Halloween ha origine dall'antico Samhain(pronunciate sah-win oppure sow-in), una sorta di capodanno celtico che separava il periodo estivo da quello invernale: l'estate era rappresentata dall'arancione dei campi, l'inverno dal nero, simbolo del buio, ed era celebrato probabilmente proprio il 31 ottobre.

La stagione invernale viene associata anche alla morte perchè tutto si ferma (apparentemente) in attesa della bella stagione. Proprio quella notte, in cui il buio prevale sulla luce del giorno, il confine tra mondo dei vivi e mondo dei morti diventava sottile sottile, tanto che gli spiriti riuscivano a tornare sulla terra.

Il popolo si radunava nei boschi, intento in cerimonie attorno ad un fuoco sacro… indossando maschere spaventose ricavate da pelli di animali e facendosi luce ponendo braci del fuoco sacro dentro cipolle intagliate, pensando così di poter spaventare gli spiriti: mascherati!

Poco prima dell’anno 1000, il Cristianesimo, con Papa Bonifacio, arriva anche in Irlanda. Ed arriva la festa di Ognissanti il 1° Novembre. Ognissanti che nella lingua del posto non è che AllHallows (tutti i Santi). In poco tempo, questa festa prende il posto dell’antica Sahmain. Ma la tradizione dei Celti non si perde e si inizia così a festeggiare la Vigilia di Ognissanti, AllHallowsEve, Halloween… ancora mascherati e ancora lasciando cibo per gli spiriti.

La tradizione della festa di Halloween continua nei secoli, sempre molto sentita in Irlanda, fino alla seconda metà del 1800, quando una grande carestia colpisce l’Irlanda. Questo spinge gran parte del suo popolo ad emigrare negli Stati Uniti, portandosi anche tutte le loro tradizioni, tra cui …Halloween.

DOLCETTO O SCHERZETTO?

I Celti, molti secoli fa, durante la notte di Samhain lasciavano in omaggio ai morti cibo sulla tavola per evitare che questi, uniti a fate elfi facessero loro dispetti di ogni genere. Questa usanza, in America ha portato alla tradizione del trick-or-treat ("dolcetto o scherzetto?") secondo la quale, per evitare di incappare negli scherzi e nella sfortuna bisogna bussare a 13 porte diverse e porre 13 volte la domanda fatidica: dolcetto o scherzetto?

LE ZUCCHE

Le zucche intagliate , invece, chiamate "Jack-o'-lantern" , le lanterne di Jack, sono di origine irlandese.
La leggenda racconta che il fabbro Stringy Jack, che aveva il vizio di bere, vendette la sua anima al diavolo per pagare i propri debiti.

Dopo averlo imbrogliatoin più di un'occasione, Jack strinse con lui l'ultimo patto grazie al quale il diavolo lo avrebbe lasciato in pace per dieci anni.

Jack però morì l'anno successivo - proprio la notte di Halloween - e salito in paradiso, fu cacciato; giunto all'inferno il diavolovoleva rispettare il patto e cacciò Jack lanciandogli contro un tizzone ardente, che Jack raccolse e pose dentro una rapa cava per farsi luce, come fosse una lanterna, nel suo continuo peregrinare tra il paradiso e l'inferno.

HALLOWEEN ALL'ITALIANA

Anche in Italia esistono diverse tradizioni legate a questa festa, soprattutto in Sardegna, dove si svolgono celebrazioni durante le quali vengono preparate zucche intagliate a forma di teschio, leConcas e sosmortos, illuminate all'interno da una candela, ed i bambini compiono il rito delle  Animeddas (Le animelle) girovagando e bussando di casa in casa alla ricerca di doni.

 

Articolo a cura di Laura Capossele : Educatrice e mamma Homeschooler

Collana Allattamento
Collana Allattamento
Dipinti a mano
FacebookTwitterGoogle Bookmarks