Header new 707x180

 

materiale genetico allattamentoCome ben sappiamo il latte è specie specifico, quindi il latte materno umano è il cibo che la natura ha scelto per i bambini/le bambine umani/e.

Per questa ragione la scienza non ha dato molto spazio (almeno fino ad ora) a studi che ne dimostrassero l’importanza…Sarebbe un po’ come studiare l’importanza dell’aria per la sopravvivenza della specie umana.

Tuttavia, la ricerca ha fornito una straordinaria quantità di prove scientifiche a proposito dell’importanza del latte materno e dell’allattamento per i bambini/le bambine e le loro madri.

 

Il latte materno è una sostanza viva, in continua evoluzione e con una capacità di adattarsi alle bambine/ai bambini che vengono nutrite/i rispondendo a dei feedback che provengono dal bambino/dalla bambina stessa.

In questa ricchezza di sostanze e di continui mutamenti è davvero difficile per la scienza determinare esattamente quali e quante sostanze presenti nel latte siano specifiche per un determinato stato di salute.

E’ altresì poco probabile che siano solo dei fattori specifici, piuttosto è più credibile pensare che ci siano una serie di fattori che agendo in perfetta sinergia producano uno stato di generale benessere.

Una ricerca sottolinea l’importanza dell’allattamento al seno poiché questa pratica permetterebbe alle madri di trasmettere materiale genetico ai propri figli/alle proprie figlie (ad esempio cellule staminali e esosomi) proprio attraverso il latte materno.

#1 Esosomi nel latte materno: Gli esosomi si trovano in vari fluidi corporei tra cui il Latte Materno, sono importanti perché comunicano con le altre cellule per modificarne in comportamento. E 'stato ipotizzato che questi miRNA exosomal (trasferiti ai bambini attraverso il latte materno delle madri) potrebbero svolgere un ruolo importante nello sviluppo del sistema immunitario infantile.

Gli esosomi e il miRNA ci sono nella formula, ma l' miRNA nel latte vaccino è danneggiato durante la pastorizzazione, e così nella formula non sono biologicamente attivi.

#2 Cellule Staminali nel Latte Materno: Le cellule staminali nel latte materno possono contribuire allo sviluppo del tessuto neonatale. La scoperta, nel 2007, che le cellule staminali erano presenti nel latte materno ha fornito agli scienziati un nuovo mezzo di raccolta, per il trattamento di varie condizioni come lesioni spinali, diabete e il morbo di Parkinson, ecc... E' stato ipotizzato che le cellule staminali nel latte materno potrebbero contribuire all'omeostasi dei tessuti, la riparazione e / o rigenerazione nei bambini.

#3 Materiale Genetico condiviso : Il materiale genetico di un'altra madre può essere trasmesso ad un altro bambino attraverso la condivisione del latte. In aggiunta, i linfociti del latte materno sono assorbiti e trasmettono informazioni immunitarie al bambino. Si ritiene che la capacità del bambino di accettare questo tipo di tessuto HLA (acronimo di Human leukocyte antigen - antigene umano leucocitario) ‘estraneo’ spieghi perché, anche da adulti, un organo e tessuto donato dalla madre o da uno dei fratelli allattati dalla madre, sopravviva e funzioni meglio se il ricevente è stato allattato

Come ogni Madre che allatta sa ” il latte materno non si limita a fornire nutrimento per il corpo, è anche e soprattutto nutrimento per l’anima”

La ricerca però ci fornisce ulteriori informazioni a riguardo, ma anche in questo caso pensiamo che non spetti alla scienza dimostrare cose che sono presenti e che da millenni rendono la sopravvivenza del cucciolo umano possibile.

“Se sono lì, è molto probabile che ci siano per una importante ragione biologica”

 

 

Fonti:

 

http://www.bellybelly.com.au/…/genetic-material-in-breastm…/
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4260437/
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3468727/
http://www.sciencealert.com/news/20081102-16879.html
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3248653/
http://mbg.au.dk/…/n…/news-item/artikel/milk-as-a-messenger/
http://www.abc.net.au/…/exosomes---crucial-in-devel…/3709990

http://www.jove.com/video/3037/isolamento-e-caratterizzazione-di-rna-contenenti-esosomi?language=Italian

FacebookTwitterGoogle Bookmarks