Header new 707x180

 

R Un nuovo studio ha concluso che i farmaci anti-infiammatori non-steroidei (FANS) potrebbero avere un impatto sulla fertilità.

Alcuni esempi di principi attivi contenuti nei FANS sono : acido aceti salicinico, ibuprofene e diclofenac .

I FANS sono ampiamente utilizzati in tutto il mondo, e la maggior parte di questi farmaci possono essere acquistati senza prescrizione medica (farmaci da banco). Alcuni studi ammettono che questi farmaci possano inibire l'ovulazione, impedendo la rottura del follicolo, quindi il rilascio di un uovo maturo (ovulazione).

La ricerca, che è stato presentata in occasione della Conferenza annuale EULAR, ha scoperto che i FANS inibiscono l'ovulazione dopo soli 10 giorni l'uso.

pav pelvIl pavimento pelvico è una struttura complessa formata da un insieme di muscoli supportati da una struttura ossea e legamentosa. Viene chiamato “pavimento” perchè sostiene tutti i visceri del bacino. In alcuni casi si sente parlare di perineo, e con questo temine viene intesa la parte superificiale esterna del pavimento pelvico, quella compresa tra la sinfisi pubica anteriormente, il coccige posteriormente  e lateralmente dalle tuberosità ischiatiche.

L’insieme dei muscoli pelvici svolge diverse funzioni importanti per la vita quotidiana della donna:  assicurare l'elasticità della vescica, sostenere gli organi interni, offrire zone erogene, durante il travaglio e il parto far incanalare al meglio il feto, svolgere funzione di continenza (urina, feci, gas). Quando sussiste un danno al pavimento pelvico, più o meno grave che sia, una di queste funzionalità può venire a mancare. La donna si accorge di avere un problema relativo al proprio perineo perchè si fanno chiari dei sintomi o dei segni ai quali in passato non aveva mai prestato attenzione.

Quali possono essere i segni di una disfunzione del pavimento pelvico?

scelte influenzanoTi è mai capitato che la tua attitudine sul cibo, in un dato momento, abbia influenzato il tipo di spesa settimanale (biologico o standard, carboidrati, vegetariano o carne, naturale, a basso contenuto di grassi, ecc.)? Penso proprio che sia capitato a tutte/i! Basta pensare a cosa si acquista quando facciamo la spesa da affamate/i!

Bene, e se potessimo dare un'occhiata interna all'atteggiamento e alle opinioni del professionista di turno sul parto vaginale rispetto al cesareo? Pensi che questo dato abbia a sua volta un impatt  sull’esito del travaglio e della nascita?

Un nuovo studio pubblicato su BMC Pregnancy & Childbirth* dice di sì.

ittero e sepsiNei neonati, l'ittero è così comune da essere definito fisiologico. Esso colpisce circa il 60% dei neonati a termine e circa l'80% dei neonati pretermine nella prima settimana della loro vita. I medici devono monitorarlo attentamente e talvolta trattarlo, poiché può portare a condizioni come l'encefalopatia bilirubina acuta e il kernittero che possono danneggiare il cervello del bambino e causare problemi di sviluppo.

Ma ora sembra che questa itterizia non sia solo una problematica dei giorni/tempi in questo mondo. Una nuova ricerca appena pubblicata su Scientific Reports suggerisce che si possa considerare uno dei doni dell'evoluzione. 

clampaggio ritardato del cordoneQuanto tempo bisognerebbe attendere prima di clampare il cordone ombelicale?

La Nascita di un bambino/ di una bambina è un Evento unico,

ciò nonostante, nella cultura occidentale si è radicato un approccio di tipo standardizzato.

Si inizia già dalla nascita a far parte di un sistema di cure routinario.

antiobiogravidanzaUna nuova ricerca suggerisce che i bambini, le cui madri abbiano assunto antibiotici durante la gravidanza, hanno un aumentato rischio di essere ricoverati in ospedale per gravi infezioni. Ricordando che, in ogni situazione si devono valutare i rischi ed i benefici contingenti, vediamo insieme i dati.

macrosomicoNel 2010 ho dato alla luce il mio terzo bambino a casa, dopo un travaglio di 90 minuti.

Il travaglio veloce, non è stata una sorpresa, come avevo precedentemente sperimentato anche con il mio secondo bambino.

Ciò che si è rivelata una una sorpresa è stato il peso del mio bambino.

Dopo aver dato alla luce bambini di medie dimensioni 3.5 Kg e  3.2 kg ciascuna, ero abbastanza stupita nel vedere il numero sulla bilancia che saliva oltre i 4.5kg - avevo partorito un 'bimbone!’.

Quando dici a qualcuno che hai dato alla luce un bambino più grande delle dimensioni medie, possiamo già immaginarci le varie tipologie di risposta.

Ci sono sussulti, esclamazioni di sorpresa, e le domande personali come :’”Ma tutto funziona ancora laggiù?'

Ma ciò che le persone non fanno è crederti quando dici che in realtà non hai sofferto di più rispetto agli altri parti.

Davvero ,è così!
Perché partorire bambini più grandi non necessariamente farà più male !

Ecco i 5 motivi per cui un bambino più grande non deve significare più dolore durante il parto.

mgraziaIl cerchiaggio è un piccolo intervento, in anestesia totale, a cui viene sottoposta la gestante che presenti segnali di incontinenza cervicale (dilatazione precoce del collo dell’utero).

Durante la lieve operazione, si inserisce un nastro sintetico, (una sorta di fascetta di materiale non assorbibile) che viene annodato alla cervice, per impedire che l'utero si raccorci e, conseguentemente, si dilati. Lo scopo principale, quindi, è quello di rafforzare il collo uterino per evitare un parto pretermine, ovvero un parto che avviene tra la 20ma e la 37ma settimana di gravidanza.

In genere, tale complicazione al canale cervicale si presenta in diverse circostanze e dipende dalla difficoltà delle pareti di sopportare il peso del feto, del liquido amniotico, della placenta e di altri elementi fetali. Per tali motivazioni, in genere, l’incontinenza cervicale si verifica dal secondo trimestre di gravidanza in poi, quando, cioè, l’intero organico fetale inizia a incrementarsi in peso.

parto podalicoI professionisti sanitari non dovrebbero automaticamente optare per un cesareo, in caso di presentazione podalica,

è quanto viene confermato dalle nuove linee guida canadesi della Society of Obstetricians and Gynecologists of Canada (SOGC).

Pubblicate di recente, queste linee guida sono una conferma del fatto che molte donne possono partorire per via vaginale e in tutta sicurezza le loro bambine e i loro bambini che si presentano nel canale vaginale con le natiche o con i piedi per primi, al posto che con la testa.  

"Il nostro obiettivo principale è di offrire una scelta alle donne”, spiega André Lalonde, vice-presidente della SOGC.

L’uso dell’aromaaromaterapiaterapia può risultare molto utile nelle donne in gravidanza e durante il travaglio, per combattere soprattutto lo stress mentale, fisico e la fatica che comporta questa delicata fase della vita. Da molti anni è stato provato con successo il ricorso all'aromaterapia durante la gravidanza, in sala parto e in alcuni casi anche sui neonati. Gli operatori usano negli ospedali gli oli essenziali per lenire i dolori durante il travaglio, per rassicurare la neomamma se ci sono delle ansie,per aiutare il processo delle doglie e per rendere l’ambiente confortevole e sereno.

 

FacebookTwitterGoogle Bookmarks