Header new 707x180

 

moxaAlcune tecniche naturali si sono rivelate davvero utili per favorire l' avvio del travaglio qualora ce ne fosse necessità ( ci preme sottolineare che una gravidanza fisiologica è di 42 settimane) e per favorire ed accentuare la cascata ormonale che è già presente nella donna durante il travaglio agendo da analgesia naturale.
In particolare la Moxa e la Digitopressione sono strumenti utili, che se utilizzati in modo da coadiuvare le reazioni spontanee del nostro corpo non recano alcun danno nè mamma nè alla bambina/o.
Queste due tecniche nascono dalla medicina tradizionale cinese e utilizzano la stimolazione mediante calore o pressione degli stessi punti che sono oggetto dell’agopuntura.

In gravidanza e durante il parto la stimolazione di alcuni di questi punti può quindi essere un valido aiuto, ad esempio per aiutare la bambina/il bambino podalico a posizionarsi correttamente in vista del parto, oppure come abbiamo detto, per stimolare le contrazioni ed evitare l’induzione farmacologia del parto o ancora, durante il travaglio, per supportare  le contrazioni e renderle maggiormente efficaci, ma anche per aiutare la donna ad accogliere e sopportare il dolore delle contrazioni.

“Bisogna disporsi davanti all’assistenza al parto in termini dinamici e creativi in cui si mette in evidenza il valore del protagonismo e la dignità della madre e del nascituro.”

“I medici non dovrebbero mai dimenticare che le certezze della scienza non sono nulla più che delle certezze. Non sono la Verità”

media and pregnancy Durante la gravidanza, in modo molto saggio, competente e naturale, le donne iniziano ad approfondire vari aspetti sulla nascita e i bambini/le bambine.

Tutte noi abbiamo letto libri sulla gravidanza e ascoltato storie di amiche e familiari.

Grazie a YouTube, possiamo vedere scene di parto; scene che, fino a solo cento anni fa, le donne di qualsiasi età vedevano e assistevano dal vivo, durante il corso della loro vita.

Prima  di dare alla luce la nostra bambina/ il nostro primo bambino, ci immergiamo nella nascita anche in modo indiretto, attraverso i media.

AmniotomiaSpesso i racconti del parto delle madri narrano di operatori che consigliano la rottura manuale delle acque come opzione estremamente utile e valida per accelerare quei parti ritenuti “eccessivamente” lunghi o inefficaci.

Si tratta di un fenomeno molto diffuso, tant’è che la rottura delle membrane (o amniotomia) è diventata una procedura standard in molti paesi di tutto il mondo. Addirittura, in alcune strutture è eseguita durante ogni travaglio e, in molti centri, ogni qual volta il travaglio venga etichettato come “troppo lungo”.   

clampaggio ritardato del cordoneQuanto tempo bisognerebbe attendere prima di clampare il cordone ombelicale?

La Nascita di un bambino/ di una bambina è un Evento unico,

ciò nonostante, nella cultura occidentale si è radicato un approccio di tipo standardizzato.

Si inizia già dalla nascita a far parte di un sistema di cure routinario.

Ipelle a pellel modo in cui la tua bambina/il tuo bambino è curata/o e nutrita/o subito dopo la nascita ha un impatto significativo sul suo passaggio dal tuo grembo al mondo esterno.

Alla maggior parte dei bambini/delle bambine manca l’importante esperienza di rimanere pelle a pelle con la propria madre, poiché nella nostra cultura si tende a separare comunemente la diade per le procedure di routine come il bagnetto e misurazioni varie.

Questa pratica che ha conseguenze a breve e lungo termine, per tutti/e.

FacebookTwitterGoogle Bookmarks