Header new 707x180

 

mgraziaIl cerchiaggio è un piccolo intervento, in anestesia totale, a cui viene sottoposta la gestante che presenti segnali di incontinenza cervicale (dilatazione precoce del collo dell’utero).

Durante la lieve operazione, si inserisce un nastro sintetico, (una sorta di fascetta di materiale non assorbibile) che viene annodato alla cervice, per impedire che l'utero si raccorci e, conseguentemente, si dilati. Lo scopo principale, quindi, è quello di rafforzare il collo uterino per evitare un parto pretermine, ovvero un parto che avviene tra la 20ma e la 37ma settimana di gravidanza.

In genere, tale complicazione al canale cervicale si presenta in diverse circostanze e dipende dalla difficoltà delle pareti di sopportare il peso del feto, del liquido amniotico, della placenta e di altri elementi fetali. Per tali motivazioni, in genere, l’incontinenza cervicale si verifica dal secondo trimestre di gravidanza in poi, quando, cioè, l’intero organico fetale inizia a incrementarsi in peso.

macrosomicoNel 2010 ho dato alla luce il mio terzo bambino a casa, dopo un travaglio di 90 minuti.

Il travaglio veloce, non è stata una sorpresa, come avevo precedentemente sperimentato anche con il mio secondo bambino.

Ciò che si è rivelata una una sorpresa è stato il peso del mio bambino.

Dopo aver dato alla luce bambini di medie dimensioni 3.5 Kg e  3.2 kg ciascuna, ero abbastanza stupita nel vedere il numero sulla bilancia che saliva oltre i 4.5kg - avevo partorito un 'bimbone!’.

Quando dici a qualcuno che hai dato alla luce un bambino più grande delle dimensioni medie, possiamo già immaginarci le varie tipologie di risposta.

Ci sono sussulti, esclamazioni di sorpresa, e le domande personali come :’”Ma tutto funziona ancora laggiù?'

Ma ciò che le persone non fanno è crederti quando dici che in realtà non hai sofferto di più rispetto agli altri parti.

Davvero ,è così!
Perché partorire bambini più grandi non necessariamente farà più male !

Ecco i 5 motivi per cui un bambino più grande non deve significare più dolore durante il parto.

R Un nuovo studio ha concluso che i farmaci anti-infiammatori non-steroidei (FANS) potrebbero avere un impatto sulla fertilità.

Alcuni esempi di principi attivi contenuti nei FANS sono : acido aceti salicinico, ibuprofene e diclofenac .

I FANS sono ampiamente utilizzati in tutto il mondo, e la maggior parte di questi farmaci possono essere acquistati senza prescrizione medica (farmaci da banco). Alcuni studi ammettono che questi farmaci possano inibire l'ovulazione, impedendo la rottura del follicolo, quindi il rilascio di un uovo maturo (ovulazione).

La ricerca, che è stato presentata in occasione della Conferenza annuale EULAR, ha scoperto che i FANS inibiscono l'ovulazione dopo soli 10 giorni l'uso.

FacebookTwitterGoogle Bookmarks