Header new 707x180

 

fase premestrualeLa fase premestruale dona alle donne una grande sensibilità, essa è  un portale d’accesso privilegiato all'intuizione e al mondo inconscio. Durante questa fase, siamo in grado di vedere, odorare, sognare e sentire cose che non proviamo il resto del mese.

Essa ci permette di percepire gli squilibri nella nostra vita, nelle nostre relazioni, nel lavoro, nel dare e ricevere e ci porta a una domanda fondamentale: "Di che cosa ho bisogno ora?".

menstruationL’estasi viene descritta  come una sensazione di grande felicità, cui si accede attraverso uno stato di trance o come risultato di una accresciuta esperienza emotiva o spirituale. L'estasi può durare secondi, minuti o occasionalmente ore, ma, per lo meno per quanto si tramanda a livello aneddotico, mai di più.

Si tratta di un fenomeno apparentemente inafferrabile.

A livello culturale, si è persa una parte di consapevolezza ancestrale, tale per cui si pensa che lo stato di estasi sia per lo più raggiungibile solo attraverso il sesso o le droghe.  Nell’era contemporanea è assai difficile trovare storie di estasi raggiunta attraverso percorsi e strumenti diversi.

Che cos'è l'estasi?

womboflife by Marjory MejiaSin dalla comparsa della nostra prima mestruazione, siamo (in un certo qual senso indottrinate e quindi) indotte a sentirci in imbarazzo. Ci si aspetta da noi discrezione, così che nessuno si possa accorgere, possa vedere o sentire il nostro sangue fluire  o, in qualche modo,  indovinare che abbiamo le mestruazioni. Ci viene chiesto di continuare la nostra normale routine quotidiana, al lavoro o a scuola.

sacre mestruazioniNell’antichità il Sangue Mestruale era ritenuto la sostanza più sacra sulla Terra, e ora la scienza sta confermando i suoi incredibili poteri di guarigione.

I Cristiani gnostici chiamavano la loro religione Synesaktism - ossia 'La Via dello Shaktismo', riferendosi al culto tantrico della Yoni.

Uno dei riti più importanti consisteva nella preparazione della  "bevanda dell'immortalità" a base di sangue mestruale, in quanto pieno di cellule staminali, le quali possono effettivamente attivare la capacità di rigenerarsi delle nostre cellule e trasporta in stati endocrini di estasi. In un senso spirituale, ci setta sulla frequenza dell’ Amore e della Vita Eterna, conducendoci in un'altra dimensione - chiamata Paradiso, Nirvana, ecc…

Questa “festa dell’amore” o 'matrimonio sacro' - una parte fondamentale dei Misteri mestruali - alla fine fu dichiarata eretica e alle donne fu impedito di partecipare a riti cristiani.

Imbolc Sage Goddess Blog FB.jpg.optimalImbolc significa "nella pancia" ed è in genere riferito alle pecore - che in questo periodo sono spesso gravide - ma è anche riferito alla Dea, nel senso di "nel ventre della Madre", per dire che i semi adesso sono appena sotto la superficie, pronti a germogliare: la Madre Terra sta in questo momento "gestando" la primavera. L'altro nome per questo festival è "Oimelc" che significa "latte di pecora" - ancora un riferimento alle pecore che allattano.

Anticamente in questo periodo si preparavano i campi per la semina e si celebrava l'inizio della transizione verso la primavera; non a caso, Imbolc veniva celebrato a metà strada tra il solstizio d'inverno e l'equinozio di primavera: le promesse del ritorno della luce e il rinnovamento della vita, che sono state fatte al solstizio d'inverno, stanno ora diventando manifeste.

Imbolc è la festa che celebra la trasformazione della Dea dalla Vecchia alla radiosa Fanciulla della primavera; è un momento tradizionale per nuovi inizi, un tempo di iniziazioni ed è anche il momento adatto per scegliere un nuovo nome. La Dea di Imbolc viene spesso individuata come Brigida (Brigid, Bridgid o Brighde), la dea del pozzo e della fiamma sacra. Il pozzo custodisce l'acqua sacra, da cui sgorga tutta la vita; la fiamma rappresenta il fuoco sacro, simbolo dell'energia.

FacebookTwitterGoogle Bookmarks