Header new 707x180

 

Imbolc Sage Goddess Blog FB.jpg.optimalImbolc significa "nella pancia" ed è in genere riferito alle pecore - che in questo periodo sono spesso gravide - ma è anche riferito alla Dea, nel senso di "nel ventre della Madre", per dire che i semi adesso sono appena sotto la superficie, pronti a germogliare: la Madre Terra sta in questo momento "gestando" la primavera. L'altro nome per questo festival è "Oimelc" che significa "latte di pecora" - ancora un riferimento alle pecore che allattano.

Anticamente in questo periodo si preparavano i campi per la semina e si celebrava l'inizio della transizione verso la primavera; non a caso, Imbolc veniva celebrato a metà strada tra il solstizio d'inverno e l'equinozio di primavera: le promesse del ritorno della luce e il rinnovamento della vita, che sono state fatte al solstizio d'inverno, stanno ora diventando manifeste.

Imbolc è la festa che celebra la trasformazione della Dea dalla Vecchia alla radiosa Fanciulla della primavera; è un momento tradizionale per nuovi inizi, un tempo di iniziazioni ed è anche il momento adatto per scegliere un nuovo nome. La Dea di Imbolc viene spesso individuata come Brigida (Brigid, Bridgid o Brighde), la dea del pozzo e della fiamma sacra. Il pozzo custodisce l'acqua sacra, da cui sgorga tutta la vita; la fiamma rappresenta il fuoco sacro, simbolo dell'energia.

bach aspenConosciamo i Fiori di Bach seconda parte:

I fiori di bach rientrano nei rimedi naturali,in particolare nella categoria della floriterapia,una terapia dolcissima e senza alcuna controindicazione,che usa il messaggio energetico e vibrazione di alcuni fiori selezionati agendo a livello vibrazione e su diversi piani (fisico ed emotivo ad esempio).

Il dott.Bach credeva che tutti dovessero utilizzare i suoi fiori e potessero farlo da autodidatti.

 

sindrome ovaioPrima di addentrarci nel tema specifico della sindrome dell'ovaio policistico, è importante fare una distinzione.

Molte donne si spaventano sentendosi diagnosticare delle cisti. Ciò che, infatti, non tutte sanno è che esistono le c.d. cisti funzionali.

Nel corso di ogni ciclo mensile, l'ovaio genera un follicolo in cui l'ovulo cresce e matura e, quando l'ovulo viene rilasciato, capita che si formi una piccola ciste che chiude il follicolo, la quale viene semplicemente rimossa durante le mestruazioni o riassorbita.

 

fase premestrualeLa fase premestruale dona alle donne una grande sensibilità, essa è  un portale d’accesso privilegiato all'intuizione e al mondo inconscio. Durante questa fase, siamo in grado di vedere, odorare, sognare e sentire cose che non proviamo il resto del mese.

Essa ci permette di percepire gli squilibri nella nostra vita, nelle nostre relazioni, nel lavoro, nel dare e ricevere e ci porta a una domanda fondamentale: "Di che cosa ho bisogno ora?".

acqua di san giovanni1Il 24 giugno è la notte di San Giovanni, da sempre considerata una notte magica, che segue il solstizio d’estate quando il sole è al suo apice e dà forza e vigore alla natura e a tutte le creature.

Antiche credenze ci narrano che questa notte sia particolarmente magica perché proprio in questa notte “cadde la rugiada degli Dei“,questa leggenda è nata dalla credenza che il solstizio d’estate sia la porta attraverso la quale gli dei facevano passare i nuovi nati sotto forma di rugiada.

beechConosciamo i Fiori di Bach terza parte:

I fiori di bach rientrano nei rimedi naturali,in particolare nella categoria della floriterapia,una terapia dolcissima e senza alcuna controindicazione,che usa il messaggio energetico e vibrazione di alcuni fiori selezionati agendo a livello vibrazione e su diversi piani (fisico ed emotivo ad esempio).

Il dott.Bach credeva che tutti dovessero utilizzare i suoi fiori e potessero farlo da autodidatti.

arte mestrualeUn punto importante da considerare per vivere la mestruazione in modo consapevole è quello di capire che il sanguinamento è parte della nostra ciclicità, il che significa appartenere ad un infinito processo a spirale di vita-morte-vita (concetto preso da Clarissa Pinkola Estes Autrice di "Donne che corrono con i lupi").

Il nostro ciclo mestruale assomiglia alle tappe di un percorso, proprio come il processo di sviluppo delle piante, degli animali e degli esseri umani (nascita, crescita e morte, in un ciclo continuo). In questo senso, il nostro utero contiene l'intero universo e il fluire della vita stessa.

 

educazione mestrualeLa prima cosa che mi preme di chiarire è che le donne nella nostra cultura non hanno ricevuto un'istruzione mestruale.
Non sto parlando solo di quelle che oggi sono nonne o bisnonne e ricordano con amarezza il giorno che hanno iniziato a sanguinare e non sapeva che cosa stesse succedendo perché nessuno aveva detto loro nulla riguardo il ciclo mestruale. Vorrei anche parlare di quelle che ora sono ragazze e madri e hanno ricevuto istruzioni su come utilizzare gli assorbenti, ma continuano a non capire nulla di quello che vivono durante tutta la durata (circa 35 anni) della fase fertile. L’intento dell’educazione mestruale è quello di comprendere il ciclo mestruale per sentirsi sicure e percepirne il potere.

<<Sei una donna. La tua forza risiede nel cambiamento,Mestruazioni dolorose

 perché il ritmo del cambiamento è il ritmo dell’universo>>

 

La parola “mestruazione” è accostata al Potere.

La sua radice me o ma si trova in numerose culture linguistiche come in quella polineasiana in cui la parola Mana, indica la forza non corporea immanente dell'universo, o in quella latina Mani (gli spiriti dei defunti) o nel Manito che nella cultura dei Nativi Americani rappresenta il Grande Spirito.

Secondo la traduzione taoista, si poteva acquisire l’immortalità e la longevità bevendo il sangue mestruale dalla “Porta Misteriosa” di una donna.

Secoli e secoli di cultura patriarcale hanno privato di ogni riconoscimento, annientando l’esperienza del ciclo mensile e  trasformandola, a livello socio-culturale, in un evento passivo, un tabù da subire in silenzio o da vivere in modo neutrale (o, come ci ricordava una famosa pubblicità, per buttarsi giù da un paracadute e fare tutto ciò che una società maschilista ci chiede: zittire il femminino, tirare fuori gli attributi maschili e agire come tale).

valore delle donneViviamo in una società patriarcale nella quale il nostro valore è sempre misurato rispetto a ciò che un uomo pensa di noi…
Nostro padre, il nostro capo, il nostro partner…
Anche quelle di noi che si sentono più in sintonia con il proprio sé, si ritrovano tutti i giorni a combattere per veder riconosciuto il proprio valore intrinseco…
E’ proprio così?

FacebookTwitterGoogle Bookmarks