lanascitatralemani 700x244

 

privacyL’articolo 12 della Dichiarazione Universale dei diritti Umani recita così:


“Nessun individuo potrà essere sottoposto ad interferenze arbitrarie nella sua vita privata, nella sua famiglia, nella sua casa, nella sua corrispondenza, né a lesione del suo onore e della sua reputazione. Ogni individuo ha diritto ad essere tutelato dalla legge contro tali interferenze o lesioni.”

Siamo in presenza di un diritto particolarmente complesso, difficile ed esigente per una molteplicità di ragioni. Innanzitutto perché, coinvolgendo onore e reputazione, tocca la sfera più intima e sensibile della dignità umana.
Allo stesso tempo, la sua protezione e la stessa interpretazione dei suoi contenuti deve confrontarsi con l’evoluzione di una tecnologia sempre più pervasiva e invasiva.

violenza donnaGli studi di genere e femministi hanno evidenziato che il sistema biomedico si è approcciato al sistema riproduttivo e ai processi biologici delle donne, tenendo in ultimo piano il rispetto dei loro diritti umani e dei loro diritti sessuali e riproduttivi.

Dal momento della ricerca della gravidanza sino a dopo il parto, il focus si mantiene principalmente (e spesso esclusivamente) sulla parte riproduttiva, creando una separazione e una disconnessione con gli aspetti intimi e sessuali che riguardano quell'Evento e quella Donna.

FacebookTwitterGoogle Bookmarks