Header new 707x180

 

smettere di allattarePer molte madri e bambini/e, l'allattamento al seno abbraccia un suo percorso spontaneo.

Accade quindi che, gradualmente, si inseriscano altri cibi e bevande, in un ritmo dolce e armonioso che coinvolge anni (e non mesi).

In questo senso, possiamo parlare di svezzamento naturale.  

Capita, tuttavia, che una diade necessiti di interrompere l'allattamento al seno prima della sua evoluzione ed involuzione spontanea. 

In questi casi, possono nascere molti dubbi ed insicurezze su come agire. E' comprensibile e normale!

maternityL'allattamento al seno è importante per la salute e il benessere delle madri e dei loro bambini.


Ci sono varie valide ragioni per continuare ad allattare; tra le tante, approfondiamo in questo articolo, la relazione tra allattamento e l'abbassamento del rischio di sviluppo di diabete per la donna.

latte maternoIl tuo latte è una sostanza naturale in continua evoluzione.
Fornisce al bambino tutto ciò di cui ha bisogno per i primi 6 mesi di vita e continua ad essere la sua principale fonte di nutrimento per tutto il primo anno.


Il latte materno rimane una fonte preziosa di nutrizione e protezione immunitaria finché il tuo bambino/la tua bambina è allattato/a al seno


L’allattamento, come sappiamo, porta enormi benefici sia alla mamma che al/la bambino/a.


L’allattamento al seno riduce il rischio di cancro al seno e alle ovaie, e i bambini allattati al seno hanno un più basso rischio di essere vittime di infezioni - ad esempio, infezioni gastrointestinali, respiratorie e dell'orecchio.


Perché il latte materno si separa quando lo tiriamo?
L'accesso a innovazioni moderne come tiralatte e refrigerazione di qualità consente alle madri di potersi tirare il latte in modo più agevole, conservarlo e utilizzarlo in seguito, quando necessario.

WhatsApp Image 2018 02 20 at 11.41.53La maggior parte delle madri iniziano decise con l'allattamento al seno.

In Australia ad esempio,il 96% delle madri avvia l'allattamento al seno.


Negli Stati Uniti, l'81% dei bambini viene allattato al seno dalla nascita. Alcune madri hanno già di base un'idea di quanto tempo desiderino allattare al seno, mentre altre madri hanno un approccio meno deciso.

22228161 479823752385935 5514683046223664745 nIl nostro ritmo Sonno-Veglia è il nostro orologio biologico interno. È approssimativamente un ciclo fisiologico di 24 ore, regolato dagli ormoni prodotti dai nostri corpi. Può anche essere influenzato da segnali esterni come la luce solare e la temperatura.
Gli ormoni che regolano il nostro ritmo circadiano includono il cortisolo, che ci aiuta a svegliarci e sentirci energici durante il giorno, e la melatonina, che ci aiuta ad addormentarci durante la notte. Nel latte materno ci sono diversi componenti che mostrano come anche il latte stesso possegga un suo ritmo circadiano.

Sono necessarie ulteriori ricerche, ma è probabile che il ritmo sonno-Veglia di almeno alcuni di questi componenti migliori il benessere dei bambini allattati al seno.
Ecco 3 fatti sulla variazione circadiana dei componenti del latte materno.

#1: Il contenuto di grassi del latte materno mostra un ritmo circadiano .È noto infatti che il contenuto di grassi del latte materno mostra un ritmo simile; il contenuto medio di grassi del latte materno è significativamente correlato all'ora del giorno. Il contenuto di grassi del latte materno è generalmente più elevato durante il giorno e la sera, e più basso durante la mattina e la notte.

25398763 511434099224900 8793712700283865663 nSappiamo quanto sia importante l'allattamento al seno per la salute dei bambini e delle loro madri.
L'allattamento al seno può ridurre il rischio di infezioni dell'orecchio, gastrointestinali o respiratorie. La ricerca ha suggerito che l'allattamento al seno potrebbe prevenire il 57% dei ricoveri ospedalieri per infezioni respiratorie.
L'influenza è un'infezione virale altamente contagiosa che si diffonde per contatto con i liquidi da tosse e starnuti.
4 motivi per cui le madri che allattano al seno con influenza non devono essere separate dai loro bambini :

# 1: La maggior parte delle infezioni virali sono infettive già prima che si verifichino i sintomi. Quando si rileva un virus, esiste un periodo noto come periodo di incubazione. Questo è il tempo che intercorre tra l'esposizione iniziale a un'infezione e l'apparizione dei primi sintomi. Il periodo di incubazione tipico per l'influenza è 1-4 giorni. Il virus può essere trasmesso alcuni giorni prima che compaiano i sintomi. Ciò significa che una madre che ha contratto l'influenza può trasmettere il virus al suo bambino prima che lei sia a conoscenza di qualsiasi sintomo. Le madri che allattano e i loro bambini condividono lo stesso ambiente. Pertanto, se una madre ha contratto un'infezione, c'è una forte possibilità che anche il suo bambino l' abbia contratta. Non c'è assolutamente alcun motivo a questo punto di separare una madre e il suo bambino se entrambi hanno la stessa infezione.

microbiomaVenire alla luce è un momento intenso, delicato, da custodire.

E' importante che la diade non interrompa il proprio continuum: ha bisogno di guardarsi, annusarsi, abbracciarsi, riscoprirsi.

Il loro ritmo si ricongiunge e si rinnova.

L'importanza di questi momenti anche come supporto del loro benessere, deve essere intesa in senso lato e globale.

Il contatto della diade senza interferenze e l'avvio quanto più immediato dell'allattamento svolgono, infatti, un ruolo cruciale anche per quanto riguarda il microbioma.

esercizio e allattamentoFare sport ed esercizio fisico è un elemento importante nella vita di molte madri che allattano. 

Alcune mamme, per esempio, si riuniscono in gruppo per condividere una passeggiata in fascia e/o con passeggini; altre preferiscono ritagliarsi un momento solo per sé.  

Oltre alla passeggiata, c'è chi ama correre e/o praticare altri tipi di sport.

Questa passione, questo bisogno, talvolta, si scontra con una preoccupazione molto diffusa: fare esercizio fisico/sport ha un impatto negativo sull'allattamento?

FacebookTwitterGoogle Bookmarks